SOStain è aperto a tutte le aziende vitivinicole del territorio siciliano, accomunate dalla volontà di condividere best practices, in vigna e in cantina, finalizzate al rispetto dell’ecosistema.

Colomba Bianca

Fondata nel 1970, Cantine Colomba Bianca rappresenta una grande comunità di piccoli viticoltori, 2480 soci conferitori accomunati da una filosofia produttiva incentrata sulla piena tracciabilità tra vigneto e bottiglia. Autenticità, rispetto per la terra, per gli agricoltori e per i consumatori, sono tra i valori fondanti di Colomba Bianca che oggi con 1.800 ha di vigneti, si attesta tra i più grandi produttori di vino biologico in Europa.

REPORT

Cottanera

REPORT

Cusumano

Fondata da Alberto e Diego Cusumano nel 2001 a Partinico dove ha sede, produce vini eleganti e identitari in 5 tenute: Ficuzza a Piana degli Albanesi (PA), San Giacomo a Butera (CL), Presti e Pegni sulle colline di Monreale, Monte Pietroso a Monreale, San Carlo a Partinico (PA). Nel 2013, ha creato Alta Mora racchiudendo sotto un unico nuovo marchio le contrade di Guardiola, Pietramarina, Verzella, Feudo di Mezzo e Solicchiata sull’Etna.

REPORT

CVA

Nel 1969 sulla scia del movimento cooperativistico siciliano nasce la cooperativa CVA Canicattì. Dopo circa 50 anni la cooperativa risulta sostenuta dall’adesione convinta di 300 piccoli produttori per una superficie vitata totale pari a 900 ha. Sebbene ai propri esordi l’azienda ha perseguito una logica produttiva di carattere quantitativo, a partire dai primi anni 2000 è stato avviato un ambizioso piano di investimenti che ha generato un percorso teso a raggiungere standard qualitativi d’eccellenza enologica ed una maggiore consapevolezza dell’unicità di questi territori.

REPORT

Donnafugata

REPORT

Pellegrino

Famiglia, storia e territorio: sono questi i pilastri fondanti del successo ininterrotto di Cantine Pellegrino, che dalle sue origini ha allargato il progetto produttivo fino a comprendere vini bianchi e rossi, vini di Pantelleria e marsala. È così che, grazie a zone di coltivazione differenziate, tre diverse cantine ed enologi specializzati, Pellegrino è oggi la cantina in grado di offrire la più ampia varietà di tipologie di vini siciliani.

REPORT

Paolini

Le Cantine Paolini prendono il nome dal centro rurale abitato dai nostri vignaioli, la contrada appunto Paolini. Il nome deriva a sua volta dall’ordine monastico delle Paoline, che agli inizi del ‘500 cominciò a coltivare le vigne negli stessi luoghi in cui ancora oggi, complice un clima favorevole caldo e ventilato, le nostre uve maturano in maniera ottimale.

REPORT

Planeta

Planeta è un'azienda agricola familiare che da 17 generazioni opera tra Menfi e Sambuca di Sicilia. Nell'ultimo quarto di secolo si è concentrata maggiormente su viticoltura, olivicoltura ed altre attività agricole connesse, e nel contempo ha intrapreso un vero e proprio “Viaggio in Sicilia”: adesso ha tenute, vigneti e cantine anche a Vittoria, a Noto, sull'Etna e a Capo Milazzo.

REPORT

Settesoli

Cantine Settesoli è una comunità di viticoltori siciliani, un grande vigneto di Sicilia, un autentico distretto del vino nella provincia di Agrigento: tra Menfi, Montevago e Santa Margherita di Belice ben il 70% delle circa 5.000 famiglie della comunità è coinvolta nelle attività dell’azienda. Fondata nel 1958 a Menfi, oggi conta 2000 soci – il 25% sono donne - una superficie vitata di 6.000 ettari e 36 cultivar in produzione, di cui 908 in biologico.

REPORT

Solsicano

In uno degli angoli più suggestivi della Sicilia come le Terre Sicane, vocate alla vite e al vino sin dai tempi dei greci e dei romani, nel 2001 è sorta, in territorio di Sambuca di Sicilia (AG), la prima tenuta di Feudo Arancio. L'azienda si estende per 280 ettari attorno a un meraviglioso baglio che ospita la cantina. Uve che ci regalano vini di alta qualità esportati in 60 paesi del mondo, dove portano i colori e i profumi della terra di Sicilia.

REPORT

Tasca d'Almerita

La storia di Tasca d’Almerita è quella di una famiglia di vitivinicoltori che da 8 generazioni dedica la propria vita alla terra di Sicilia. Un amore nato nel 1830, nella Tenuta Regaleali a cui, con un progetto per lo sviluppo di particolari vitigni autoctoni in territori vocati, si sono aggiunte poi 4 Tenute: Capofaro a Salina, Tascante sull’Etna, Whitaker a Mozia e Sallier de La Tour nella Doc Monreale.

Terre di Noto

Nel 1989 l’enologo Nino Di Marco, innamorato del territorio Netino e Pachinese e delle grandi peculiarità qualitative dei suoi vitigni: Nero d’Avola e Moscato di Noto, decide di iniziare un percorso per la realizzazione di una azienda vitivinicola in grado di unire la ricca storia del territorio con la modernità tecnica nella produzione dei vini. Oggi l’azienda “Terre di Noto” si estende su circa 35 ha di vigneti specializzati con cantina.

REPORT